Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Visitando questo sito accetti pienamente la nostra Privacy Policy.

Mostra di Picasso a Milano: oltre duecento opere esposte a Palazzo Reale
Notizie Milano

Mostra di Picasso a Palazzo Reale

Del 08/09/2012 di Lucia Conti - Milano ospita per la terza volta dal 1953 le opere del genio di Malaga

Dal 20 settembre 2012 e fino al 6 gennaio 2013, a Palazzo Reale verrà inaugurata la mostra assolutamente imperdibile, promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Milano, incentrata sulla figura del genio indiscusso del Novecento, Pablo Picasso.

Stiamo parlando della terza mostra del Maestro nel capoluogo meneghino, dopo quelle del 1953 e quella del 2001, la prima organizzata mentre l'artista era ancora vivo e caratterizzata dall'esposizione di "Guernica" nella Sala delle Cariatidi, la seconda legata invece al clima postraumatico evocato dalla distruzione delle torri gemelle.

Nell'ambito di ciascuna di queste mostre, quindi, la pittura libera e fiera di Picasso e la sua nota avversione per la guerra, emergono come qualcosa di profondamente e radicalmente qualificante. Ripercorrendo alcuni passaggi della sua biografia non possiamo non ricordare la fiera opposizione dell'artista alla dittatura di Franco e la costante denuncia degli orrori della guerra con il linguaggio vivido della più autentica avversione.
Ricordiamo anche che dopo l'armistizio del 1940, in tutti i modi gli occupanti tedeschi cercarono di guadagnarsi la sua simpatia, ricevendo in cambio esclusivamente una ferma e defnitiva ostilità. Picasso, dunque, nel 1953, nel 2001 ed oggi, resta senza dubbio un baluardo dell'impegno civile e dell'antiviolenza, valori propungati e diffusi attraverso l'arte e nella vita.

Curata da Anne Baldassarri, esperta di chiara fama e direttrice del Musée National Picasso di Parigi, che ospita la maggior collezione delle opere di Picasso al mondo, la mostra ricostruisce antologicamente tutte le fasi principali della straordinaria carriera di uno degli artisti più importanti della modernità.

Oltre duecento opere, alcune tra le quali mai uscite dal museo parigino, una sezione solo su "Guernica", con lettere, immagini e carteggi nella stessa Sala delle Cariatidi che ospitò il quadro nel '53 e inoltre fotografie, disegni, stampe, libri illustrati, sculture, dipinti e una vastissima serie di testimoniaze sulle diverse modalità con cui Picasso costruì il suo stile nel corso di una lunga vita fatta di esperienze intensamente vissute ed artisticamente rivoluzionarie e radicali.

Il pubblico si troverà di fronte ad opere come “La Celestina” (1904), “Uomo con il mandolino” (1911), “Ritratto di Olga” (1918), “Due donne che corrono sulla spiaggia” (1922), ”Paul come Arlecchino” (1924), “Ritratto di Dora Maar” e “La supplicante” (1937), ma soprattutto di fronte all'intero excursus di un genio sempre vivo e più che mai presente.

Categorie: Arte e cultura
Ti potrebbero interessare anche:
Picasso e le donne

Notizie Milano

Iscriviti alla newsletter

i campi con * sono obbligatori